Nella prima parte del 2018, Panguaneta ha iniziato una nuova fase di investimenti, che si concluderà nel 2022 con quello che diventerà a tutti gli effetti il lay-out definitivo del proprio stabilimento principale.

La prima fase progettuale coinvolge l’acquisto di 2 nuove sfogliatrici commissionate al produttore finlandese Raute, che andranno a sostituire 2 delle 3 sfogliatrici già esistenti.

Gli impianti saranno posizionati in una nuova ala, e consentiranno un’ulteriore ottimizzazione della produzione, con l’obiettivo di ridurre il consumo di materia prima durante il processo di sfogliatura.

"Questo progetto fa parte del vasto programma di investimenti di Panguaneta", afferma Mauro Azzi, Presidente dell'azienda. "L'ammontare totale degli investimenti nello sviluppo delle nostre attività ha superato i 20 milioni di Euro negli ultimi cinque anni. L'introduzione delle nuove linee di sfogliatura consente di svolgere diversi compiti contemporaneamente: aumentare l'efficacia produttiva, ottimizzare il consumo di materie prime, aumentare la capacità produttiva e ridurre la quantità di rifiuti di produzione. La società continuerà a investire nell’acquisto di nuovi impianti e nella modernizzazione di quelli esistenti per tutti i prossimi 5 anni. Gli obiettivi restano lo sviluppo della produzione esistente di compensato di grandi dimensioni, gli investimenti integrati nella manutenzione e l’ottimizzazione dei processi produttivi generali.
Nel complesso, Panguaneta prevede di investire 30 milioni nel periodo 2018-2022 nello sviluppo delle proprie attività, per un totale di 50 milioni negli ultimi 10 anni”.

Raute 13